Internazionalizzazione digitale

5 tip per l’Internazionalizzazione digitale

Cerco sempre di trovare un modo sistematico sia per imparare che per spiegare nuovi argomenti. Oggi, per esempio, stavo pensando a come comunicarti gli input principali per sviluppare una strategia digitale di Internazionalizzazione. Alla fine ho deciso di darti un elenco in 5 punti, perché così in soli dieci minuti ti saresti potuto fare un’idea di come procedere. Ecco il mio elenco di tip per l’internazionalizzazione:

 

1-Crea una lista di keywords per ogni paese o per ogni lingua di interesse

Una volta che hai stilato il tuo elenco di keyword per il mercato italiano, includendo tutti i termini che possono essere rilevanti per il tuo business, dovrai occuparti di fare traduzioni accurate nelle lingue dei paesi target. Ricordati di includere anche le long tail keywords, che, anche se sono parole più specifiche, risponderanno a ricerche più specifiche.

Per farti trovare anche dagli utenti esteri, devi prima verificare quali fra le keyword della tua lista sono più utilizzate in un certo paese. Questo ti servirà a ottimizzare le pagine del tuo sito dedicate a quel paese. Per fare queste verifiche, ti consiglio di rivolgerti a una persona con un alto livello di conoscenza della lingua target (se è madrelingua è ancora meglio). È molto importante cercare di usare le parole giuste e bisogna fare molta attenzione ai significati esatti di ogni parola.

 

2-Utilizza una sola lingua per ogni pagina del tuo sito

Evita il più possibile le pagine multilingua e segui la regola base per il titolo della pagina: deve contenere la keyword nella lingua scelta e deve essere breve.

Ricordati anche di non usare lo stesso titolo per due o più pagine. Il tuo titolo deve essere formato da meno di 70 caratteri, quindi pensaci bene quando lo traduci in lingue che richiedono più parole per esprimere lo stesso concetto.

Dai importanza alle tue keyword anche nei meta data, ma senza esagerare. Anche qui dovrai pensare a tradurre il tuo messaggio in ogni lingua e rimanendo entro un massimo di 150 caratteri e un minimo di 100. Il tuo messaggio comunicherà all’utente straniero il motivo per cui dovrebbe visitare la tua pagina. Capisci adesso l’importanza della definizione delle keyword in lingua?

Queste keyword andranno anche inserite nel header text, cioè nel titolo di un articolo, all’inizio della pagina. Chiaramente, anche il testo dell’articolo dovrà contenere le parole chiave selezionate. E, last but not least, ricordati delle immagini! Anche queste dovranno essere ottimizzate con le tue keyword, con l’utilizzo dell’attributo ‘ALT TEXT’.

 

3-Crea contenuti di “valore locale”

Attraverso un “ascolto” (listening) dei social hai individuato le keyword più attinenti al tuo business in ogni paese target. Ti sei fatto una prima idea. Magari hai anche creato tu stesso alcune keyword, perché non c’era modo di tradurre correttamente un certo concetto. Ora hai a disposizione tutto quello che ti serve per offrire contenuti originali e di valore per i tuoi utenti.

È importante chiarire che alcuni contenuti che potrebbero essere molto interessanti per il mercato italiano, magari non sono così attraenti per l’utente estero. Perciò la mera traduzione letterale dei tuoi contenuti originali potrebbe non essere sufficiente per coinvolgere il pubblico estero e per riuscire a ottenere l’engagement desiderato.

L’interazione con il tuo pubblico all’estero è tanto importante quanto l’interazione che porti avanti entro i confini nazionali. Se hai dei contenuti interessanti, le persone condivideranno i tuoi post, il tuo posizionamento nelle ricerche locali sarà migliore e la tua credibilità aziendale aumenterà.

Se sei già presente in alcuni paesi attraverso importatori o distributori, chiedi loro di condividere i tuoi contenuti e di linkare il tuo sito.

 

4-Le PR digitali sono necessarie anche all’estero.

Se hai fatto un buon listening, avrai probabilmente individuato chi sono gli influencer di settore nei diversi paesi target. Potresti anche scoprire che alcuni di loro sono talmente famosi che, nonostante le distanze fisiche e culturali, sono influenti anche in Italia.

Le PR all’estero richiedono la stessa attenzione di quelle che tieni in Italia. Potresti cominciare a seguire le persone che reputi più influenti e più in linea con il tuo mood aziendale. Puoi cercare di fare commenti utili sui loro blog, puoi invitarli a scrivere sul tuo blog, puoi chiedere loro se puoi scrivere sul loro blog.

Potresti fare un’intervista a un esperto del tuo settore in un certo paese di interesse. Oggi quasi tutti gli esperti di settore sono presenti su diversi canali social, dove potrebbero condividere la tua intervista. Ti occuperai ovviamente della diffusione di questi contenuti sul tuo blog e nei diversi social network che hai scelto di presidiare.

 

5-Sii obiettivo           

Se vuoi proporti a livello internazionale con una adeguata presenza digitale, la prima cosa da fare è lavorare sui tuoi pregiudizi. Ciò vale anche e soprattutto per chi gestisce i diversi canali social.

Il pregiudizio si vince con le idee”, diceva Arrigo Sacchi. E le idee dovrebbero nascere nella fase di studio dei mercati obiettivo. Questo infatti è il primo passo, a monte di qualsiasi strategia di sviluppo orientato all’export. Senza avere un’idea chiara di cosa possiamo offrire, a chi, come e perché, qualsiasi sforzo può facilmente dimostrarsi inutile.

Gran parte delle nostre convinzioni sono nate da pregiudizi. Queste convinzioni potrebbero anche farci perdere di vista sbocchi interessanti per la nostra attività. Ci avevi mai pensato? Pensa, per esempio, a un’eventuale perdita di fatturato per non essere voluto entrare in un certo mercato.

Ma ancora più grave è il rischio di comunicare in modo sbagliato o addirittura di ferire la sensibilità altrui perché non abbiamo capito gli usi sociali di un certo paese. Non pensi che sia molto importante cercare di evitare certe situazioni? Ecco perché bisogna cercare di sostituire i pregiudizi con le idee meditate.

Fammi sapere se c’è qualcosa che non ti è chiaro. Sarò felice di approfondire questa sintesi.