Dall’evento al sito internet: comunicare il vino offline e online

Il giorno 17 ottobre ci hanno confermato la partecipazione al secondo Instameet di Instagramers Verona che si è svolto il giorno dopo, in occasione dell’evento Hostaria.

Essere presenti alla festa del vino di Verona è certamente un’occasione da non perdere, sia per l’opportunità di degustare tantissimi vini locali e sia per verificare come le aziende venete comunicano offline e online. Il vino è portatore di significati che rimandano alla comunicazione ed è frequente riscontrare nei produttori una certa attitudine alla socialità. Dunque munite di IPhone e IPad per documentare Hostaria 2015, abbiamo utilizzato gli stessi mezzi per filmare alcune delle domande che abbiamo posto a una parte dei cento produttori presenti all’evento. Domande finalizzate a capire come, chi produce il vino, comunica online e offline e quanto le due modalità, si stiano fondendo in un’unico modo di essere presenti sul mercato.

Il 18 ottobre l’evento Hostaria ha avuto un’ottima affluenza di persone. Vicino al nostro gruppo di Igers era presente una comitiva di amici che arrivavano da diverse città, non si vedevano da tanto tempo e si sono volute incontrare a Verona per condividere assieme quest’esperienza di degustazione per le vie del centro, in cui ogni cantina aveva il suo gazebo in legno. Ecco, il sito internet aziendale potrebbe essere il gazebo, in cui l’azienda propone il proprio prodotto e un suo rappresentante come, in questo caso, Veronica, spiega le sue peculiarità e fornisce il maggior numero di informazioni in modo che la persona interessata possa poi scegliere di comprarlo. E l’evento, Hostaria in questo caso, è Facebook, o qualsiasi altro social network, in cui la gente va principalmente per incontrare altre persone e condividere con loro delle esperienze. Avendo questo esempio sotto gli occhi abbiamo risposto così a chi desiderava capire l’utilità della presenza sui social quando aveva già un sito internet. A chi invece ha detto che basta avere dei profili social per essere presenti online, perché i siti non vengono più considerati, abbiamo risposto che nei social ci si scambiano spessissimo link che rimandano ad informazioni e approfondimenti dunque un sito internet come destinazione è fondamentale.

 

Dunque i social come luoghi di incontro e di scambio di opinioni e di informazioni ed il sito internet come piattaforma di destinazione, che spiega, approfondisce e, come nel caso della Cantina Tessari che ha un blog attivo al suo interno: racconta.

Il racconto nel mondo del vino ricopre un ruolo importante  perché quando si sceglie un vino non si compra solamente la bevanda, ma si compra anche la sua storia, ci piace ascoltare come è stato realizzato, i modi e i metodi utilizzati, per non parlare delle storie di famiglia con annesse novità dell’ultimo minuto, quando è possibile. Avere un blog all’interno di un sito internet aziendale è essenziale per trasferire online tutta quella parte narrativa che ha sempre accompagnato il vino offline.

Questo e molto altro abbiamo chiesto ai produttori durante il nostro percorso di degustazione, son certa che tanti degli spunti che questi discorsi ci hanno dato, arricchiranno i prossimi articoli. Se desideri vedere le foto scattate coi nostri cellulari durante l’evento puoi utilizzare questi hashtag: #Hostameet2015  #HostariaVerona2015  #igersVerona #igersVeneto #faccedahostaria

E tu, hai preparato il tuo gazebo per l’evento?