Evento e Degustazione Vino

Eventi e Co-marketing due soluzioni per ogni budget

C’è chi rientra dalle ferie e chi ancora non ci è andato, ma una delle caratteristiche tipiche delle ferie sono le uscite a cena o a bere qualcosa fuori casa. Così il canale ho.re.ca. vede nei mesi estivi un periodo di grande attività. Fra queste attività rientra anche nello specifico la possibilità di promuovere il tuo brand del settore Food and Wine. Complici di queste opportunità sono il tempo libero e la voglia di scoperta da parte dei consumatori.

 

I piccoli eventi per fare brand awareness

Quest’estate ero in Sardegna. Come altri turisti curiosi che passavano le vacanze in zona, avevo letto di un evento che prevedeva la presentazione dei vini sardi di una nuova realtà dell’isola, la Cantina Siddura. E come dire di no davanti alla tentazione di una degustazione di vini locali accompagnata da una cena a base di carni particolari? Impossibile! Così ho prenotato e ho partecipato alla serata.

Sebbene la partenza non sia stata da 5 stelle (il gestore aveva perso la mia prenotazione), la differenza l’ha fatto senza dubbio la persona che presentava i vini della cantina sarda. Grazie a una selezioni di vini semplice ma elegante, i prodotti serviti alla loro giusta temperatura e una spiegazione completa e accattivante di ogni vino, la cantina ha fatto un figurone.

Il prezzo dei calici era già compresso nel prezzo del menu: erano previsti tre vini diversi che si abbinavano perfettamente alle pietanze. Con un sevizio impeccabile e una spesa sicuramente contenuta, il risultato immediato di questa azione è stato che, ogni volta che si usciva a mangiare o bere qualcosa, finivo per chiedere i vini di quella cantina specifica, di cui i locali della zona erano ben forniti.

Questa iniziativa è un esempio di Marketing cooperativo, dove il ristorante e la cantina sono le parti coinvolte. Con queste azioni, entrambe le aziende riescono a fare brand awareness e promozione con costi minori dovuti specialmente alla sinergia derivata dalla concentrazione dell’attività dei due brand in un’unica serata.

 

Il Co-Marketing potenzia i risultati

Il Marketing cooperativo o “Marketing di partnership” è l’unione temporanea di due o più aziende con l’obiettivo di portare avanti una campagna promozionale dei loro prodotti, abbassando i costi e rafforzando singolarmente i brand coinvolti. Sicuramente ti vengono in mente tanti diversi esempi, che hai visto sin da piccolo nella GDO o nei negozi specializzati. Ma il co-marketing non è così immediato, bisogna pianificarlo e realizzare certi passaggi prima della campagna, in modo da assicurarsi un risultato positivo.

Prima di procedere, è necessario considerare quali possono essere i potenziali partner. Questi dovranno avere obiettivi compatibili con i tuoi. Il settore di appartenenza dovrà essere in qualche modo affine alla tua attività. Ovviamente, altrettanto importante sarà lasciare in maniera scritta un accordo nel quale stabilire doveri e impegni, oltre che gli altri aspetti più prettamente economici della collaborazione.

Una bella iniziativa di co-marketing la trovi negli aperitivi “Taralli gourmet & bollicine”, nata dalla collaborazione tra la cantina Feudi di San Gregorio e l’antico tarallificio Leopoldo. Queste occasioni sono state create per offrire al pubblico sempre più esigente una rivisitazione della tradizione gastronomica, in linea con le nuove tendenze.

Da diversi anni, Il brand DiSaronno, liquore distribuito in tutto il mondo, inserisce all’interno del suo Piano Marketing diverse azioni di Co-Marketing, anche all’estero. È interessante osservare che, anche se questo prodotto in Italia viene percepito come un liquore classico destinato a un pubblico di persone piuttosto mature, all’estero gode invece di un particolare allure di glamour e sofisticazione. In effetti, il brand è stato proposto in discoteche come ingrediente, insieme al Red Bull, dei drink alla moda in città come Bruxelles.

Ovviamente, tutte queste iniziative sono esempi di ottime occasioni per viralizzare i tuoi eventi sui diversi canali social che presidi. E non dimenticare di fare delle belle foto: ricorda che il tuo vino è visual!

 

Conclusioni

Esistono diverse alternative per unire le forze della tua azienda ad altre realtà imprenditoriali e così riuscire a massimizzare i risultati delle attività promozionali, contenendo i costi. Il punto cruciale è la scelta dei partner, ma non meno importanti sono gli obiettivi delle azioni di co-marketing e la definizione dei ruoli e degli sforzi di ogni partecipante.

Il co-marketing non deve necessariamente essere legato al proprio settore di attività. Di fatto, alcuni brand come Dom Perignon e Ferrari, Agriverde (azienda agricola che produce vino o olio extra vergine) e Maserati hanno portato avanti campagne promozionali di successo. Comincia analizzando il tuo business e fai un brainstorming con il tuo staff: sono sicura che le idee pioveranno. Qual è il tuo punto di vista?