Foto per il vino, le immagini parlano della tua cantina

Foto per il vino: le immagini parlano della tua cantina

I social ci hanno messo davanti all’esigenza di comunicare la nostra realtà online, questo per svariati motivi, fra cui quello di dare a chi ci segue la possibilità di farsi un’opinione preliminare sulla nostra identità aziendale. Attraverso quanto condividiamo, il possibile cliente decide se darci fiducia o meno.

La cantina è una realtà ideale per comunicare attraverso i social: per la varietà di attività che si fanno, sia a livello produttivo che commerciale, per il variare dei vigneti nel corso dell’anno e per la predisposizione culturale dei titolari che, in diverse forme, usano lo storytelling ed il visual storytelling da generazioni.

Per questo è molto importante documentare fotograficamente tutta la filiera, la vita lavorativa in azienda, le nuove bottiglie, i nuovi prodotti, le fiere, i congressi ed i premi.

È utile realizzare molte foto in modo da poterle utilizzare sui canali social introdotti nel piano marketing che, nei casi più frequenti, sono la pagina facebook, la pagina google+, la pagina linkedin e profili, il profilo twitter, pinterest e instagram, che ben si prestano al visual storytelling per le cantine. Gli ultimi due necessitano di un’enorme quantità di foto, ma anche i primi tre hanno bisogno di molte foto da utilizzare.

Ciò che conta nel momento in cui si realizza una foto è avere ben presente l’identità aziendale e cosa si vuole comunicare. Ogni scatto che viene fatto deve parlare veramente dell’azienda e mettere in luce i suoi valori, questo per dare un’immagine coerente.

Per quanto riguarda le fiere, vi sono molti fotografi sulle location di interesse, a volte si riesce a delegare a questi la documentazione fotografica, ma capita che non arrivino a destinazione per i più svariati motivi. Questo è un problema riscontrato più volte e sarebbe meglio che l’azienda, nel proprio interesse, si prendesse l’impegno di documentare fotograficamente i momenti più importanti. Ciò è possibile farlo facendosi seguire da un fotografo che conosca bene i valori aziendali e, con la sua tecnica e sensibilità, faccia degli scatti ricchi di significato.

Avendo tanto da comunicare molti produttori hanno scelto di acquistare un minimo di attrezzatura di supporto da utilizzare nei momenti in cui non è possibile chiamare il fotografo, in questi casi l’acquisto di una reflex è sempre il primo passo, assieme all’acquisto di un illuminatore a flash per le foto scattate la sera e durante la vendemmia. Per le foto in esterni i pannelli riflettenti sono ottimi per gestire la luce diurna e per gli interni della cantina una lampada a scarica per la retro illuminazione e due led full color per lato possono rivelarsi degli ottimi alleati; spesso, in sostituzione ai nuovi led che sono molto costosi, sono sufficienti due softbox laterali con luce ad illuminazione continua.

Per le foto dei prodotti si può comprare, a costi veramente ridotti, una light box: si tratta di un mini set fotografico che spesso viene venduto completo di luci per garantire una illuminazione adatta. In genere vengono forniti anche diversi fondali, fra cui il verde, così ci si può divertire a fare degli effetti chroma key anche senza programmi professionali, ma giusto con delle app: foldio sembra un giochino interessante, soprattutto per la possibilità di gestire il chroma key; invece per il fotoritocco snapseed di google offre tanti strumenti preconfezionati, sono omologati e riconoscibili, ma carini. Sono ovviamente da preferire i programmi professionali come photoshop e lightroom che consentono un ampio margine d’azione.

Resta il fatto che la qualità della foto è importante perché è trasmissione della realtà che testimonia. E come per fare un buon vino, una buona foto richiede studio, pratica, dedizione e tanti esperimenti per capire come usare al meglio ciò di cui si dispone fra soggetti, ambientazioni, significati, attrezzatura, luce, macchina e obiettivi.

Dunque i suggerimenti tecnici per il fai da te possono essere utili per la promozione del tuo vino, ma dall’altra parte della macchina fotografica ci dev’essere competenza.Si possono fare anche delle belle foto con l’Iphone in certe situazioni, in certe, e si deve sapere quali sono.

E tu, come documenti fotograficamente la tua attività aziendale?