Influencer marketing nel mondo del vino

Influencer Marketing nel mondo del vino

Rapporti di fiducia, brand reputation e riprova sociale sono tre fattori che non dovresti ignorare quando inizi a sviluppare una presenza aziendale online. Per questo motivo oggi ho scelto di parlarti dell’influencer marketing.

Si tratta di una tecnica di marketing sempre più diffusa tra i brand, grandi o piccoli, e che cerca di mitigare la mancanza di fiducia del consumatore nelle tradizionali forme di pubblicità e, in generale, nelle comunicazioni aziendali dirette. Ne abbiamo parlato anche durante l’ultimo SorsiAperiWeb.

 

“Le persone non comprano prodotti e servizi, ma relazioni, storie e magia”

Seth Godin

 

Nel mondo del vino dell’era pre-social, le autorità erano soprattutto le riviste del settore e i critici, alcuni dei quali avevano acquisito speciale rilevanza internazionale (come Robert Parker, Jancis Robinson, Hugh Johnson, ecc.). Erano queste le fonti che i consumatori consideravano più attendibili per scegliere una bottiglia o una cantina.

Questi attori tradizionali sono ancora considerati autorevoli, e quasi tutti hanno anche delle pagine social. Ma negli ultimi anni sono emersi nuovi punti di riferimento. In particolare, sono nati tanti blog specialistici sul mondo del vino, in tante lingue e con articoli e le recensioni più o meno approfonditi. Questa nuova abbondanza di contenuti ha reso possibile un confronto più ampio fra opinioni, e ha permesso anche agli utenti meno esperti di orientarsi abbastanza facilmente fra le tante offerte sul mercato.

I gruppi di discussione sui social network sono un’altra risorsa in cui, accanto alle opinioni di esperti, si possono trovare anche condivisioni delle esperienze di wine lover di ogni tipo e con competenze diverse.

 

Influencer, autorevole e attendibile per il proprio pubblico

Sui social, è abbastanza comune condividere pensieri e giudizi su prodotti che abbiamo acquistato e provato. In questo modo, ogni utente può diventare un micro-influencer all’interno della sua rete di contatti. Infatti, amici, conoscenti e famigliari si fidano spesso più dell’opinione spassionata di chi gli sta vicino, piuttosto che di quella di un brand che ha evidentemente interessi specifici a promuovere un certo prodotto.

Questo semplice fatto ha contribuito molto a far emergere la figura dell’influencer vero e proprio. La caratteristica essenziale dell’influencer è la sua capacità di catturare l’attenzione e di determinare le scelte dei suoi follower, e specialmente le loro decisioni di acquisito.

influencer marketing wine tasting

Anche in ambito Food & Wine, come in altri settori, il potere degli influencer è stato ormai riconosciuto da tanti brand. Da semplici appassionati ed esperti, gli influencer diventano spesso dei collaboratori diretti dei brand, diffondono i valori di un’azienda e ne supportano le scelte. Molto spesso le persone individuate per svolgere questo ruolo sono sommelier o wine lover con un seguito importante sui canali social o sui loro blog.

Forse ti interessa leggere anche: Lo storytelling nel mondo del vino

 

4 passi per un progetto di Influencer Marketing

Per portare avanti un progetto di comunicazione online che includa l’influencer marketing, dovresti considerare quattro step fondamentali:

  • Identifica gli influencer più adatti per il tuo brand: non badare solo al numero di follower o al successo che riscuotono. Per scegliere un influencer, analizza anche bene a che tipo di persone si rivolge e come scrive (stile e tono di voce). In generale, fai attenzione alla qualità del materiale che produce, e assicurati che la sua comunicazione si integri bene con la tua.
  • Entra in contatto con gli influencer e proponi loro una forma di collaborazione.
  • Inizia a farti conoscere dai follower degli influencer.
  • Lavora con gli influencer per farne degli advocates del tuo brand.

È importante capire che il livello di coinvolgimento che puoi aspettarti da un influencer dipende molto dalla sua sincerità. Cerca di collaborare con influencer che apprezzano davvero il tuo brand.

È molto difficile trovare un unico influencer che emerge nettamente sugli altri in un certo settore. Certo, esistono influencer più celebri di altri, ma tieni presente che il loro coinvolgimento potrebbe avere dei costi elevati per una piccola o media impresa. In questo articolo di Social Vignerons puoi comunque farti un’idea di chi sono oggi i principali influencer del mondo del vino a livello mondiale.

Come sottolineo spesso, l’entità di ogni attività promozionale dipende dagli obiettivi prefissati, dalla tempistica e dalle risorse (umane ed economiche) a disposizione. Ciò vale a maggior ragione se vuoi rivolgerti anche ai mercati esteri. Perciò se hai un budget limitato, è sempre bene cercare di coinvolgere in primis il tuo distributore nel paese target per individuare degli influencer locali. È probabile infatti che il distributore abbia già una rete abbastanza estesa di persone a cui destinare la comunicazione del tuo brand. Fra questi contatti poi, alcuni potrebbero dimostrare un interesse speciale verso il tuo brand e anche loro potrebbero rivelarsi disponibili a promuovere attivamente i tuoi prodotti all’interno delle loro reti: potrebbero cioè diventare dei micro-influencer a loro volta.

Potresti leggere anche: L’internazionalizzazione del vino e del cibo online

 

Conclusioni

Le pubbliche relazioni digitali sono uno strumento sempre più importante per i brand. Questa tattica aziendale si basa sulla creazione di relazioni con portali settoriali, influencer, blogger e anche consumatori, e permette ai brand di accorciare la distanza dal pubblico e di essere più credibili di quanto lo erano con l’advertising classico.

Le pubbliche relazioni tradizionali miravano a colpire nel mucchio, cioè ad arrivare al massimo numero di persone. Ma non sempre ai numeri corrisponde un target di reale valore. Le Digital PR invece si concentrano anche sulla qualità del target, e cercano di capire e di misurare costantemente l’interesse di chi riceve il messaggio promozionale.

Se hai già fatto esperienze in questo tipo di comunicazione, mi piacerebbe che tu le condividessi con me!