La call to action che smuove il tuo lettore

La call to action che smuove il tuo lettore

L’operazione di distinzione di un brand dai suoi competitor è un aspetto centrale della promozione. Nel Food & Wine è particolarmente strategica, perché i prodotti tendono spesso a essere percepiti come piatte ‘commodities’. La costruzione della brand identity è un processo fatto di varie fasi ed elementi, e un pezzetto cruciale del puzzle è l’invito all’azione, ovvero la call to action (CTA).

In effetti, l’invito all’azione è un potente strumento di marketing. Attraverso la CTA, il brand spinge il destinatario della comunicazione, potenziale cliente, a portare a termine un’azione specifica e desiderata dall’azienda. Vediamo dunque insieme alcune proprietà delle CTA che contribuiscono di più a massimizzare le aspettative.

 

Verso la CTA ideale

Una delle caratteristiche basilari delle CTA è fornire un focus all’utente. Quando si invita a un’azione bisogna rendere chiaro al lettore quale sarà il suo passo successivo, e perché è importante che lo compia. Più i benefici dell’azione richiesta saranno evidenti, più sarà facile spingere l’utente ad accettare l’invito. Oltre che chiara, l’azione dovrebbe anche essere semplice da compiere: ogni complicazione diminuisce le probabilità che l’invito sia accettato.

In una CTA, chiarezza e semplicità sono dunque proprietà essenziali. Insieme al necessario contenuto informativo, un strumento di coinvolgimento importante è l’emotività della comunicazione, perché può aiutare a canalizzare meglio i concetti e dunque anche a portare più persone all’azione.

Un’altra idea da implementare nelle CTA è la ‘scarsità’: un numero limitato di prodotti o servizi e la presenza di una deadline temporale possono  spingere l’utente a perseguire l’invito e a convertirlo in cliente.

Un sito web che presenta diverse CTA, relazionate al copy di ogni sezione, è quello di Grey Goose, la vodka francese creata da François Thibault. Trovo i loro inviti molto semplici ma azzeccati e immediati. Ecco alcune delle CTA più belle, abbinate a copy e visual di qualità:

Call to action esempio

Call to action, esempio

 

OK, ce l’ho: adesso dove la metto?

Il posizionamento della CTA è un altro fattore importante. È consigliabile visualizzarla sulla colonna centrale, e verso l’alto della pagina. La posizione da sola non ti garantisce comunque il successo. Infatti, come notavo, anche il visual scelto è determinante. Per esempio, i volti di persone possono distrarre dall’invito specifico.

Il contesto grafico è un altro elemento da considerare con cura. Più spazio libero (senza esagerare) lasci intorno alla CTA, e specialmente dopo di essa, più è probabile che riesca a catturare l’attenzione dei visitatori.

È anche importante considerare il probabile percorso che gli utenti seguono sul tuo sito. C’è un momento per ogni cosa: se chiedi subito al lettore il suo indirizzo email, prima che abbia avuto il tempo e l’opportunità di vedere le offerte che proponi sul sito, è probabile che non accetti di lasciartelo. Infatti probabilmente non ha ancora capito se i tuoi prodotti gli piacciono o se l’offerta è conveniente.

Puoi includere le CTA in ogni pagina del sito, non solo sulla home page. Per esempio, puoi includere in ogni pagina un invito di iscrizione alla tua newsletter.

Le CTA non devono necessariamente essere tutte uguali: piccole variazioni nella forma dei contenuti testuali o visuali può rendere un’istanza più attraente di un’altra, in base ai gusti del destinatario.

 

Colori e misure della CTA

Per chi, come me, ama i colori, un tonalità specifica messa al posto giusto può essere vincente. Ciò vale in particolare se il sito usa una paletta di colori uniforme: abbinare a una CTA colori che contrastano con la norma del sito può aiutare a evidenziarla, e a segnalare meglio i passi da compiere e le offerte collegate.

In generale, non sempre gli elementi grafici grandi danno risultati più performanti. Però è consigliabile creare CTA relativamente grandi rispetto a ciò che le circonda, perché si notano meglio.

Ovviamente, il contenuto testuale è fondamentale: includi quanti più dettagli possibile, senza sacrificare l’immediatezza.

Call to action esempio

 

Conclusioni

Se pensi alle volte che hai visitato un sito che presentava prodotti di tuo interesse o informazioni utili, ma non riuscivi a capire come metterti in contatto o come acquistare un prodotto, allora puoi capire l’importanza delle CTA. Se vuoi evitare di offrire ai tuoi visitatori un’esperienza frustrante, e se invece vuoi acquisire lead, ti invito a includere nella tua strategia le call to action.

Detto ciò, il principale consiglio che mi sento di darti è comunque di non pensare subito alla conversione: prima, pensa alla percezione delle persone. Un invito che, nei suoi elementi comunicativi, riesce ad andare incontro alle tendenze percettive dei visitatori target è un invito già mezzo accettato.

Fammi sapere come andata la tua esperienza!