Le digital PR per un progresso aziendale

Se trent’anni fa ci avessero dato la notizia dell’esistenza di uno smartphone dal quale consultare un’intera biblioteca in ogni momento, rimanere in contatto coi nostri amici, trovarne degli altri e, per molti, addirittura lavorare, sarebbe stata percepita come assurdità. Se a quei tempi alla nostra cantina, per far sapere di aver ricevuto un premio, bastava avvisare per tempo il giornalista di riferimento, oppure mandare un fax in anticipo alle testate di settore, per vedere pubblicato l’articolo inerente dopo qualche settimana, oggi, con i mezzi che abbiamo a disposizione, possiamo gestire la nostra comunicazione online in maniera quasi immediata.

Cos’è cambiato con le Digital PR rispetto al passato?

Dai tempi della telefonata ed il fax ai tempi delle digital PR sono passati decenni di continui cambiamenti ed il lavoro di ufficio stampa si è rinnovato, arrivando al comunicato stampa da inviare alle testate via email, fino alla ricerca dei blog di settore. I media si sono trasformati, è cambiata la modalità con cui ci si relaziona a loro ed è cambiata la comunicazione stessa coi suoi modi e i suoi tempi. Si è arrivati a fare un lavoro che richiede ulteriori e nuove competenze, ma che conserva il fine: che è quello di comunicare il messaggio aziendale all’esterno per ricevere risonanza attraverso le PR. Del vecchio modo di fare ufficio stampa non si è buttato via nulla, o forse solo il fax, ma per il resto rimane il fatto di ricercare le testate e i blog, leggerli, vedere chi si occupa della tematica che a noi interessa e, per ultimo, contattare questa persona per l’invio del comunicato o per fornirle quante più informazioni possibile per un eventuale articolo o intervista. Senza ovviamente dimenticare l’importanza di vedere personalmente i giornalisti a cui ci rivolgiamo quando questo è possibile o, comunque, dare rilevanza al rapporto, visto che è un lavoro fatto di relazioni e collaborazioni. Sta a chi si occupa delle digital PR fare le ricerche adeguate e stabilire le modalità di trasmissione dei messaggi, come anche monitorare il materiale prodotto per integrare ed intervenire quando opportuno.

Come valutare le testate e i blog?

Ogni influencer è fondamentale per la nostra comunicazione e il suo apporto va valutato in base alla sua produzione, dunque dobbiamo studiare bene i contenuti che produce. Può darsi che per un dato contenuto sia più importante rivolgersi a testate più popolari, altre volte a testate settoriali. Stessa cosa dicesi per i blog, magari per un dato argomento è più importante collaborare con un blog molto consultato e, per un altro, scegliere uno meno consultato, ma reputato più rilevante.

Cosa serve?

Le competenze utili per fare delle buone Digital PR sono molto varie:

  • dalla buona scrittura
  • al saper scrivere contenuti appetibili per la SEO,
  • dal saper fare una buona ricerca di quelli che saranno coloro a cui dovremo inviare i comunicati,
  • al saper utilizzare i contenuti generati per diffondere la comunicazione sui social,
  • fino al saper adattare i comunicati ai diversi media

È utile, ma non fondamentale, saper produrre autonomamente foto e video, come anche saper comunicare e scrivere i comunicati aziendali usando terminologie tecniche proprie del settore in cui opera l’azienda. Non ultimo, il saper relazionarsi, nella maniera adeguata, con tutte le professionalità con cui si entra in contatto per il nostro lavoro.

Conclusioni

Sono tante le competenze che entrano in gioco in questo tipo di lavoro e tutte vengono orchestrate seguendo i principi di buonsenso di chi ci ha preceduti. Il buonsenso ci fa capire che le email vanno personalizzate, perché come a noi non fa piacere sentirci un numero, neanche ai giornalisti e blogger fa impazzire; che nel momento in cui ci presentiamo tramite email dobbiamo comunicare chiaramente chi siamo, perché non è detto che tutti ci conoscano; che la riconoscenza nei confronti di chi, col suo lavoro per la testata o per il blog, supporta l’azienda nella diffusione della propria comunicazione, va sempre mostrata. Data la continua evoluzione, possiamo aspettarci prossimi mutamenti nel modo delle Digital PR, la cosa migliore da fare è rimanere aggiornati e fare tante prove!