Community Management

5 consigli di Community Management

Partiamo dalla base: che cosa è una community? Sembrerà banale e anche un po’ didascalico, ma non è così. Avere ben chiaro che una community è semplicemente un gruppo di persone, e tenerlo a mente sempre, ci aiuterà a svolgere meglio il nostro lavoro di community management e ad entrare più facilmente in contatto con i nostri follower, sviluppando empatia e di conseguenza interesse.

La community non è composta da like, non è fatta da gente che ha come unico scopo l’acquisto.

Una community è un gruppo (più o meno grande) di persone, con interessi variegati (che è bene che tu conosca) e che ha mostrato interesse per la tua attività, con un like alla tua pagina social o con l’iscrizione al tuo sito ad esempio.

Da quel momento in poi, dopo quel clic che possiamo interpretare come un atto di fiducia nei tuoi confronti, quella persona fa parte della tua community.

Cosa succede ora? Quali sono le regole da seguire per dare valore alla tua community, dare un senso alla tua comunicazione e, alla fine, trasformare un follower in cliente?

 

1- Conosci la tua audience: mai sottovalutare gli insight

Sapere con chi si sta parlando ci aiuta a calibrare bene il messaggio. Nella comunicazione faccia a faccia vediamo i nostri interlocutori, possiamo interpretare i loro segnali, valutare il loro interesse… ma in una online community tutto questo non è possibile.

Niente paura: quasi tutti i social media ci danno la possibilità di accedere agli strumenti di Insight, ai dati statistici su pubblico, interazioni, copertura e così via. Facebook in particolare ci mette a disposizione il maggior numero di dati, ma anche le statistiche degli altri social, che se valutate con attenzione possono essere molto importanti.

Studiare bene da chi è composta la tua community è un po’ come averla proprio davanti a te. Sulla base di questo potrai andare a scegliere il linguaggio migliore da utilizzare, le tematiche più adeguate e persino gli orari più adatti per pubblicare i tuoi post.

 

2- Fornisci contenuti di valore: pensa agli interessi della community

Che si stia parlando di una community in piattaforma proprietaria o su Facebook o Instagram ecc. la regola più importante è dare contenuti di valore a chi ci sta seguendo. Come dicevamo qualche riga fa, una determinata persona che ha scelto di seguire la tua pagina aziendale ha compiuto un atto di fiducia. Ha pensato che leggere i tuoi post possa essere interessante o che seguire la tua pagina gli permetterà di ottenere dei vantaggi o di scoprire di più della tua realtà aziendale e  dei tuoi prodotti. Il tuo compito è non tradire la sua fiducia. E se hai seguito il consiglio precedente e quindi conosci bene la tua audience, sai a chi ti stai rivolgendo, sai anche molto bene quali sono i contenuti che possono essere considerati di valore.

Qualche esempio? Tips & Tricks, contenuti di dietro le quinte aziendali, foto/video di storytelling e poi sì, anche sconti e contenuti promozionali e di vendita; ma in quantità minore rispetto a tutto il resto, bilanciati per tradire il patto di fiducia con la tua community. A te interessa vendere, è chiaro, ma al follower non interessa solo comprare. Provate a incontrarvi a metà strada e sarete felici entrambi.

Potresti leggere anche: Enoturismo e promozione del vino nel 2021

 

3- Dai delle esclusive: fai sentire speciale la tua fan base

Punta a coccolare la tua community, a fare sentire speciale chi ne farte. Dai anticipazioni, informazioni meno facili da reperire e di tanto in tanto qualche benefit come sconti particolari o qualcosa di esclusivo. I social media permettono di avvicinarsi alla propria potenziale clientela, di fare marketing relazionale, di coinvolgere e instaurare un dialogo. Racconta sui tuoi social gli eventi tramite stories e contenuti coinvolgenti, dai modo di interagire, invita a visitare l’azienda, conquista la fiducia dei tuoi follower.

 

Tip Community Management

4- Ascolta e fai parlare la tua community

I social media sono un luogo di relazione, di comunicazione, e la comunicazione è e deve essere sempre a due vie. Anche se la pagina è tua e gestita da te…ricorda sempre che non puoi monopolizzare la conversazione. Devi instaurare un dialogo, avviare delle conversazioni, stimolare i commenti e sentire la voce dei tuoi follower. Questo ti servirà a capirli maggiormente (loro, le loro esigenze, i loro gusti) ma anche a farli sentire più vicini alla tua azienda. Non sottovalutare il valore di dare spazio ai tuoi follower. Attivare un canale di comunicazione vuol dire voler effettivamente avere uno scambio. Non si tratta mai di un monologo!

 

Leggi anche Content Marketing per le cantine: da dove iniziare

 

5- Segui i trend social

 Una strategia social ben strutturata è fatta di continuo aggiornamento anche degli strumenti. Il mondo online è in continuo movimento e le opportunità date dai vari social network sono tante e spesso ne arrivano di nuove. Il consiglio è di tenere le novità sott’occhio, testare i nuovi strumenti. Dirette, reels, stories, quiz… sono tutte funzionalità che appena lanciate hanno avuto un maggiore impatto nelle visualizzazioni e sono state favorite dall’algoritmo. La regola è semplice: le novità ottengono maggiore visibilità, quindi per avere un maggior numero di views e interazioni basterà seguirle e testarle immediatamente. Per essere sempre aggiornati basta visitare di tanto in tanto i blog ufficiali delle piattaforme o i siti di news di settore e poi non avere paura di testare, osare e sperimentare.

 

Guest post scritto da Alessandra Zarzana

Community manager, social media strategist, formatrice e consulente di comunicazione digitale dal 2007. Laureata in comunicazione d’impresa allo IULM di Milano con un master in Social Media Marketing. Vive in Sicilia e lavora principalmente da remoto con diverse realtà aziendali d’Italia. Ama il mare, l’estate, i viaggi e il buon vino.

 

 

 

Il libro di Susana Alonso Digital Wine Marketing: Guida alla promozione online del vino e dell’enoturismo, edito da Hoepli è disponibile su Amazon e nelle librerie.

Digital Wine Marketing Susana Alonso

 

Vuoi il nostro supporto per la creazione di una strategia sui social media e la gestione dei tuoi canali? Richiedi un preventivo al team di Sorsi di Web. Ti aiuteremo a ottimizzare la comunicazione della tua attività.