Instagram tip per il Food and Wine

Instagram: tip per il Food & Beverage

Ogni opportunità lasciata è un’occasione persa. È vero che la competizione è grande, ma la piattaforma Instagram si conferma un ingrediente fondamentale della comunicazione digitale di cibo e bevande. Vediamo dunque insieme alcuni consigli per presidiare al meglio questo social altamente visivo.

 

Definisci gli obiettivi e alloca le risorse economiche e umane

Se non sai dove vuoi arrivare, è difficile viaggiare, e forse anche partire. Anzi, senza obiettivi chiari, la tua avventura potrebbe trasformarsi in un’esperienza stancante e deludente. Se lavori nel Food & Wine, non puoi non avere una presenza su Instagram. Nello stesso tempo, dovresti anche chiederti che cosa vuoi raggiungere presidiando questo social. Per esempio, potresti voler creare una community, renderti popolare aumentando la conoscenza del tuo brand (personale o aziendale), portare traffico al tuo sito web aziendale, o ottenere nuovi contatti per poter incrementare le vendite.

Insieme alla definizione degli obiettivi e del budget, devi stabilire una tempistica per i risultati da raggiungere e individuare i KPI (indicatori principali di performance) da tenere sempre sotto controllo.

Potresti leggere anche: Il digital marketing del Food & Wine

Se hai dubbi sull’operatività necessaria per iniziare, ti ricordo che come primo step dovrai scaricare l’app di Instagram, aprire un profilo business, e associarlo a una pagina Facebook aziendale.

Instagram idee per ristoranti

Pensa, mangia e bevi con gli occhi

A volte è una questione di budget: non è sempre facile per una piccola azienda avere un fotografo professionista a disposizione. Ma non mancano le soluzioni alternative. Per esempio, puoi puntare su scatti che ritraggono situazioni di vita quotidiana o che trasmettono idee legate al lifestyle. O puoi anche includere foto che fanno vedere momenti dietro le quinte del tuo lavoro.

Anche per i progetti più piccoli, si può cercare di incentrare il visual sulle figure professionali coinvolte (produttore di vino, chef, ecc.) e creare così un fil rouge che metta in risalto le persone. Cerca comunque di usare immagini della massima qualità possibile, creative e personali.

Dovresti cercare di individuare la ‘chiave di volta’ della tua comunicazione visual, e offrire agli utenti una performance costante nel tempo. Lo puoi fare in molti modi. Per esempio, sfruttando una certa palette di colori, o uno stile di composizione che integri con naturalezza il prodotto nel contesto. Prendi ispirazione dagli esempi qui sotto (Moet Chandon e Howard Park).

Instagram food and beverage tip

Instagram tip Howard Park

Usa il testo e gli hashtag

Su Instagram puoi creare coinvolgimento anche attraverso i testi. Usa le didascalie per raccontare una storia (vera), per fare domande e iniziare una conversazione, o per lanciare una call to action.

Nel primo commento puoi sbizzarrirti con gli hashtag. Come forse saprai già, gli hashtag sono etichette cliccabili che fungono da aggregatori tematici. Attraverso gli hashtag, puoi assegnare il tuo contenuto a categorie specifiche, e così farti trovare più facilmente dagli utenti della piattaforma. Anzi, gli utenti possono anche decidere di seguire dei singoli hashtag, come #foodie o #vinoitaliano, ecc. Gli hashtag cambiano nel tempo, seguendo mode e tendenze. Ecco alcuni dei più usati attualmente:

In ambito food: #foodlover, #yummy, #cibobuono #foody, #foodoftheday @foodheaven #foodstylist #foodprep #foodaholic.

Nel settore del vino: #winelover #winepic #wineoclock #winetime #somm #whitewine #redwine #sparklingwine #degustazione #winewednesday, #winedownfriday.

Per la birra puoi usare: #beer #craftbeer #beerlover #beerporn #beershop #holdmybeer #beerhouse #beersommelier, #beerfest #beergarden.

Ti consiglio di creare un tuo hashtag aziendale, che userai in ogni tua pubblicazione e che potrà essere usato dagli utenti più vicini al brand: fan, avventori che hanno consumato un pasto nel tuo locale, wine lover che hanno degustato il tuo vino, turisti che hanno visitato la tua azienda agricola, persone che ti hanno commissionato una cena privata, ecc.

In questo post, il ristorante Coque di Madrid, ha aggiunto alla foto del suo team la frase: “Uno para todos y todos para uno” e l’hashtag #CoqueLive. Semplice, immediato ed efficace.

Coque Madrid Instagram tips

I tip operativi per Instagram

Se hai un sito con e-commerce, puoi includere il tag ‘shopping’ nei tuoi post, e collegarlo al catalogo di Facebook. Un’altra opzione interessante è che puoi includere fino a 10 immagini in un unico post del feed: una bella soluzione per raccontare visivamente una storia o per mostrare le fasi di un’attività (processi di lavoro, eventi, ecc.).

Forse ti interessa leggere anche: Storytelling del vino, una strategia degustata a sorsi

Dato che si tratta sempre di una piattaforma social, devi cercare di socializzare! Segui gli account relativi al tuo settore, commenta i loro post, e rispondi ai commenti sui tuoi post. Evita di taggare altri utenti, a meno che il tuo contenuto non sia veramente rilevante per loro. In caso contrario, stai solo facendo dello spam.

Usa le Stories per raccontare la vita quotidiana del brand, ma cerca di farlo con sistematicità e pianificazione. Anche Instagram ha bisogno di un piano editoriale: scegli con cura i contenuti e i materiali accessori; prepara per tempo eventuali sfondi; cerca la massima coerenza fra i post. Soprattutto, sforzati di essere unico e facilmente riconoscibile! Le Storie durano 24 ore e si possono “mettere in evidenza”. Così rimangono ben visibili sul tuo profilo finché vuoi tu.

E i video? Sono certamente un contenuto interessante. Ma anche in questo caso dovrai stare attento alla qualità e a una distribuzione pianificata. I formati ideali sono 1,91:1 e 4:5, e non dovrebbero durare più di un minuto.

Ti suggerisco di usare le sponsorizzazioni di Instagram, per iniziare a far conoscere il profilo del brand. E chiaramente puoi sfruttare gli Ad per portare un pubblico selezionato al tuo sito.

Marchese Raggio Instagram tip Sorsi di web

 

Cogli l’attimo: inizia subito a stabilire una presenza su Instagram e a gestirla con sistematicità. Se hai bisogno di aiuto, fammi sapere. E, se cerchi un regalo speciale, considera il nostro corso in Digital Marketing per il Food & Wine, che ho creato per Ninja Marketing. Buone feste!