Lanciare il vino online in 6 passi

Lanciare il vino online in 6 passi

In questo post, presento una breve guida per le cantine che non hanno ancora fatto promozione sul web e desiderano iniziare. Ho individuato 6 fasi, ma sentiti libero di adattare la guida alle tue esigenze particolari. In ogni caso, ti raccomando di avere pazienza, perché il web è complesso e dinamico. Più farai esperienza e più il panorama si schiarirà e riuscirai a individuare da solo opportunità e ostacoli.

 

1- Individua i tuoi wine lover

Il primo compito è trovare un segmento di mercato su cui concentrarsi. Bisognerebbe smettere di pensare che il proprio vino interesserà a chiunque voglia bere un buon bicchiere di vino. Il mercato di oggi è troppo ampio e di solito la concorrenza è intensa. Dunque, è necessario identificare una specifica nicchia di consumatori a cui rivolgersi. In questo modo, potrai concentrare le energie e sviluppare una comunicazione personale e coerente. Idealmente, la porzione di mercato non dovrebbe essere troppo piccola; però è meglio partire con operazioni promozionali di piccolo raggio ed estenderle gradualmente. Per individuare i tuoi potenziali clienti, ti suggerisco di leggere questo blog post sulle buyer personas del vino.

 

2- Studia i tuoi concorrenti

Sopra, accennavo alla concorrenza. Avere un prodotto di buona qualità è necessario ma non è sufficiente. Infatti, è anche importante conoscere le offerte degli altri produttori. Anzi, bisognerebbe agire in senso inverso: prima comprendere chi sono i competitor e poi iniziare a riflettere su che cosa si offre (o si può offrire) di diverso o di meglio rispetto a loro. La domanda fondamentale è: che cosa rende unico il tuo prodotto e la tua azienda? La risposta è ciò che generalmente si indica con l’etichetta unique selling proposition (USP), che sostanzialmente è proprio ciò che ti distingue dal resto del mercato. Per aiutarti a rispondere a questa domanda e a identificare i tuoi concorrenti, ti suggerisco di realizzare un listening o ascolto della rete. Te ne parlo in questo blog post.

 

Puoi leggere anche “Vino: le tendenze per il 2020

 

3- Lavora alla brand identity e alla reputazione online

Una volta che avrai definito meglio la tua identità aziendale, dovrai trovare un linguaggio visuale e verbale che la esprima. Dovrai creare un logo, e disegnare le etichette per i tuoi vini; dovrai scegliere le bottiglie e i cartoni; dovrai concepire e scrivere tutti i testi informativi e promozionali. In particolare, dovrai sviluppare contenuti per il sito web e per i canali social. Mentre lavori a queste cose (meglio se con l’aiuto di specialisti), tieni sempre a mente il tuo pubblico. In questo blog post ti parlo del “tono di voce” aziendale.

Ti interesserà leggere anche: Digital marketing del vino, una piccola guida

 

Considera che il mercato digitale vive nel web dei social e delle condivisioni gratuite di materiali diversi. E le aziende hanno ormai capito bene che, per catturare l’attenzione del pubblico e convincerlo ad acquistare, devono creare e distribuire gratuitamente contenuti di valore. Oggi la reputazione di un brand dipende sia dalla qualità dell’offerta sia da come questa è comunicata e supportata attraverso il content marketing. È tipico dunque produrre contenuti che risolvano problemi o rispondano a curiosità del pubblico. Per esempio, puoi preparare una guida scaricabile dal tuo sito dedicata agli abbinamenti fra i tuoi vini e certi piatti; o puoi realizzare podcast o infografiche che illustrano le caratteristiche della tua DOC o che presentano aspetti diversi del territorio in cui si trova la tua cantina.

 

4- Stabilisci come venderai i tuoi vini

L’opzione migliore per vendere vino online è appoggiarsi a un marketplace specialistico, cioè a un e-commerce di terze parti che gestisce grandi volumi e che ha la necessaria capacità logistica. Ciò vale specialmente se sei una piccola cantina. Se però vuoi essere indipendente, allora puoi aprire un tuo e-commerce, per esempio attraverso software come Shopify, Magenta o WooCommerce. Se scegli questa opzione, potrai personalizzare come vuoi il tuo negozio online, ma dovrai stanziare un certo budget in sponsorizzazioni per riuscire ad attirare abbastanza traffico.

 

5- Fai conoscere i tuoi vini

Usa i social e il sito web (landing page, form, ecc.) per raccogliere contatti e imposta un sistema di email automatiche e di newsletter per comunicare offerte e invitare le persone a farti visita online e offline. Le campagne di influencer marketing possono contribuire molto alla diffusione di un brand. Individua influenzatori del settore disposti a parlare ai loro follower del valore dei tuoi prodotti.

Leggi anche: Organizzare un evento nell’era digitale

È anche opportuno coltivare le digital PR, coinvolgendo blogger e testate di settore. Sfrutta gli strumenti digitali di sponsorizzazione, partecipa a fiere di settore e organizza regolarmente eventi.

 

6- Offri ciò che hai promesso. E anche di più!

Un cliente deluso è un cliente perso. Fai dunque tesoro di eventuali richieste particolari e delle critiche. Cerca sempre di rispondere in maniera eccellente, e impegnati costantemente per migliorare i prodotti e i servizi che offri. È raro che non ce ne sia bisogno. Investi in un servizio clienti moderno e multicanale. I clienti ti cercheranno sui social, ma anche via email o telefono. Cerca di rispondere sempre! E tieniti pronto a ogni cambiamento.

 

Ti sembra troppo? È appena sufficiente! Se crederai nella tua identità aziendale, troverai la forza per arrivare fin qui e oltre. Se hai bisogno di un supporto professionale, contattami.

 

Intanto, puoi approfondire sulle strategie per promuovere il vino online attraverso questo corso che ho preparato per Ninja Marketing: Digital marketing per il Food & Wine.